Tav, Salvini: 'Querelo chi parla di scambio con la questione Diciotti' - Economia

Tav, Salvini: ‘Querelo chi parla di scambio con la questione Diciotti’ – Economia


Salvini è pronto a querelare chi parla di voto di scambio Tav-Diciotti e critica la consegna ai francesi dell’analisi costi-benefici della Tav prima di renderla nota ai partner di governo. “Il prossimo che ne parla lo querelo” ha risposto parlando di possibili scambi con il M5s tra il voto sull’autorizzazione a procedere e il via libera alla Tav. “La Tav come altre opere – ha detto ancora Salvini – secondo me servono. Non siamo al mercatino dove io ti do questo e mi dai quello. Come con le figurine Panini – ha concluso il ministro – mi dai Altobelli e ti do Beccalossi…”.

E sull’analisi costi-benefici della Tav, da Terni osserva: “Io, da  vicepresidente del Consiglio che rappresenta gli italiani non ho  l’esame costi-benefici della Tav ma pare che ce l’abbiano a Parigi. Questo è abbastanza bizzarro…”.

Ieri l’analisi costi-benefici sulla Tav è stata consegnata alla Francia.  Al momento “non sono state prese decisioni e non ci sono novità”, precisa all’ANSA Francesco Ramella, membro della commissione che si è occupata dell’analisi. “Sono a Roma, al ministero, e non in gita scolastica, a definire quello che dobbiamo raccontare a Bruxelles”, si limita ad aggiungere l’ingegnere, esperto di trasporti e docente dell’Università di Torino che ha lavorato al dossier con Marco Ponti.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: