Steroidi, gli uomini ne abusano pur conoscendo i rischi

Steroidi, gli uomini ne abusano pur conoscendo i rischi


SANNO che gli effetti collaterali sono più di uno, alcuni davvero pericolosi. Ma nonostante questo continuano ad abusare di steroidi. Ed è questo il cuore di una ricerca dell’Università medica statale di San Pietroburgo presentata a Lione durante la riunione dell’European Society of Endocrinology. Rivela, pur avendo sottomano un numero relativamente ristretto di intervistati (circa 550), come gli uomini che fanno uso di steroidi anabolizzanti per migliorare la forza e le prestazioni fisiche, sono spesso a conoscenza dei rischi che corre la loro salute, ma scelgono di continuare a prenderli. Un punto che solleva serie preoccupazioni tra gli esperti e non solo per la salute di chi ne fa uso, ma anche per quella delle generazioni future visto che gli effetti collaterali danneggiano il liquido seminale e aumentano il rischio di disfunzioni sessuali, malattie cardiache e danni al fegato.

Lo studio

Il dottor Mykola Lykhonosov e i suo colleghi dell’università russa di San Pietroburgo hanno condotto un’indagine anonima su un campione di uomini, che frequentano regolarmente la palestra, per valutare la loro conoscenza, l’uso e l’atteggiamento nei confronti dei rischi per la salute degli steroidi anabolizzanti. Scoprendo così che dei 550 intervistati il 30,4% usa steroidi – il 74,3% aveva un’età compresa tra i 22 ei 35 anni – e il 70,2% ha ammesso di essere a conoscenza degli effetti collaterali. Inoltre, il 54,8% di tutti gli intervistati ha dichiarato che vorrebbero ricevere maggiori informazioni sugli steroidi e sui loro effetti collaterali.
 
“Questi risultati sono stati sorprendenti, non solo la prevalenza dell’abuso di steroidi è elevata, ma anche la conoscenza degli effetti collaterali dannosi è stata alta, ma ciò non gli impedisce di prenderli”, ha spiegato Lykhonosov che ora ha in programma di studiare come trattare gli squilibri ormonali e i disturbi causati dall’abuso di steroidi. Aggiungendo: “Dobbiamo affrontare questo crescente problema di salute pubblica, aumentare la consapevolezza attraverso la promozione di storie di ex utenti, su come l’abuso di steroidi ha avuto un impatto negativo sulla loro salute e sulla vita, potrebbe essere un buon messaggio forte per scoraggiare gli abusi”.

I rischi

E sorprendente è per Alfredo Pontecorvi, direttore di Endocrinologia e Diabetologia al policlinico Gemelli di Roma, “come questa ricerca sveli che il 74% di chi ha ammesso di farne uso, pur sapendo di correre rischi, è giovane”. Non solo. Pontecorvi aggiunge come “l’uso di anabolizzanti, parliamo di un uso non medico, avviene soprattutto tra chi fa sport, e la categoria più a rischio è quella che fa sport in modo non agonistico. Perché in ambito agonistico i controlli sono molto rigidi. Mentre chi va in palestra e fa body building è più attratto da questo tipo di ormoni androgeni steroidi, che aumentano la massa muscolare, danno maggior forza e vigore e hanno un impatto sula psiche perché miglirando il corpo si tarasformano”.

Il rischio, dunque, è che a farne uso siamo persone che sottovalutano gli effetti collaterali “o li conoscono ma non si rendono conto sul momento “a cosa andranno incontro”. In più, rivela l’endocrinologo “sono pericolosi anche per un altro motivo: danno assuefazione, diventa difficile una volta presi farne a meno perché danno forza, vigore” e lo sono ancora di più tutti “quei prodotti acquistati su Internet per migliorare la muscolatura che hanno tra gli ingredienti proprio gli anabolizzanti ma non lo specificano chiaramente”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica