Oms, al via il registro degli esperimenti sul "taglia-incolla" del Dna

Oms, al via il registro degli esperimenti sul “taglia-incolla” del Dna


ROMA – L’Oms, l’organizzazine mondiale della sanità, istituirà un registro globale che tenga traccia di tutte le ricerche in corso nel mondo sulle tecniche di ‘taglia e incolla’ del Dna, come la Crispr. Lo ha annunciato il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus al termine di una riunione del Comitato di esperti istituito sul tema lo scorso dicembre.

Almeno all’inizio, spiega il comunicato dell’Oms, il registro conterrà sia le ricerche in corso sulle cellule germinali, che trasmettono le modifiche alle generazioni successive, sia su quelle somatiche, in cui invece la variazione si ferma. In attesa che vengano definiti dei confini precisi etici e tecnici, spiega Ghebreyesus, i paesi non dovrebbero autorizzare nessun esperimento sulle cellule germinali.

“Dall’ultimo meeting alcuni scienziati hanno annunciato di voler fare l’editing genomico di embrioni, e poi di usarli in una gravidanza portata a termine – spiega -. Questo spiega quanto sia importante e urgente il nostro lavoro. Le nuove tecniche di editing genomico offrono grandi speranze per chi soffre di malattie che una volta erano considerate inguaribili. Ma alcuni dei loro usi pongono anche dei problemi senza precedenti, etici, sociali, regolatori e tecnici”.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA