Linfedema, una malattia ancora sconosciuta

Linfedema, una malattia ancora sconosciuta



Il 6 marzo è la Giornata Mondiale del Linfedema, una malattia tutt’altro che raratuttavia ancora molto sottostimata. Nel mondo ne soffre una persona su venti, per un totale di 300 milioni di ammalati. In Italia si contano 40mila nuovi casi ogni anno (numeri sovrapponibili a quelli del carcinoma mammario) e più di 2 milioni i malati cronici. Ma di quale malattia si tratta? Il flusso linfatico subisce dei rallentamenti, i tessuti si intossicano e la linfa che ristagna impregna le cellule, creando una situazione di allagamento che dà così origine al linfedema. Si tratta di una stasi cronica della linfa nella zona cutanea e sottocutanea delle estremità, che si manifesta con un gonfiore che colpisce generalmente arti superiori ed inferiori. Il linfedema può essere primario o secondario. Il primario potrebbe essere presente fin dalla nascita o può comparire nell’arco della vita. I linfedemi secondari invece possono essere distinti in post-chirurgici, causati da terapia radiante, post-traumatici, successivi a patologie dei vasi linfatici o ad attacco di parassiti.

L’iniziativa scientifica, organizzata dal dottor Corrado Campisi, specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, ha ottenuto il Patrocinio del Ministero della Salute, del Capitolo Italiano dell’American College of Surgeons, dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri, dell’International Society of Lymphology e del suo Capitolo Latino-Americano, dell’European Society of Lymphology, della Società Italiana di Flebolinfologia, della Società Italiana di Microchirurgia e della Fondazione vWIN (Venous World Interuniversity Network) , interverranno esponenti autorevoli di Società Scientifiche insieme ad ospiti nazionali ed internazionali , tra cui Joseph Dayan – Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York – USA; Lucian Jiga – Evangelisches Krankenhaus di Oldenburg – Germania e i pazienti con le loro testimonianze, tra cui Stephen Kelland – Canadian Lymphedema Patient & Advocate-at-Large di Ottawa – Canada.

La finalità di questa iniziativa è quella di creare una community translazionale collegata ed adeguatamente informata sulla realtà attuale e sulle nuove e importanti prospettive future e si pone l’obiettivo di generare un’interazione efficace tra i partecipanti. Vi saranno , inoltre, anche interventi specifici dedicati al ruolo del Sistema Sanitario Nazionale, con particolare riferimento alla situazione attuale. L’iniziativa ha, quindi, anche lo scopo di unire medici, pazienti e e fare il punto sulla politica sanitaria per sviluppare percorsi efficaci ed uniformi a livello nazionale ed internazionale, dedicati al trattamento e alla cura del Linfedema, proponendo i migliori scenari medici, chirurgici e microchirurgici disponibili.  

La Giornata si terrà presso l’Auditorium del Ministero della Salute (Viale Giorgio Robotta 5, Roma, dalle 8,30). L’iscrizione è aperta a tutti. E’ presente un accreditamento ECM per specialisti in angiologia, chirurgia generale, chirurgia plastica, chirurgia vascolare, dermatologia, geriatria, medicina fisica e riabilitazione, medicina generale, medicina interna, oncologia, radiodiagnostica; oltre che per fisioterapisti, infermieri, podologi e tecnici ortopedici.