I vasi sanguigni delle donne invecchiano prima di quelli degli uomini

I vasi sanguigni delle donne invecchiano prima di quelli degli uomini


ROMA – I vasi sanguigni delle donne invecchiano più in fretta. Il dato emerge da uno studio che ha coinvolto quasi 33 mila individui ed è stato condotto presso l’istituto di ricerca Smidt Heart Institute del Cedars-Sinai di Los Angeles e pubblicato sulla rivista JAMA Cardiology. Vi si spiega perché le donne sviluppano problemi cardiovascolari differenti e con tempi diversi rispetto agli uomini, sottolinea l’autrice del lavoro Susan Cheng.

L’intero campione è stato valutato per un periodo di 45 anni e sono state eseguite 145 mila misure della pressione del sangue in tutto (l’ipertensione è un importante fattore di rischio di infarto e ictus, nonché indica che le pareti dei vasi sanguigni hanno perso elasticità). E’ emerso in primis che la progressione e l’evoluzione della funzione vascolare nella donna è molto diversa da quella dell’uomo e che lei sviluppa problemi di pressione alta molto più precocemente di lui. E’ emerso anche che i problemi di ipertensione nella donna evolvono molto più rapidamente che nell’uomo, quindi se una 30enne è ipertesa, sottolinea Cheng, il suo rischio cuore è probabilmente più alto di quello di un coetaneo anche lui con la pressione alta.

Lo studio conferma elevate differenze di genere nella salute cardiovascolare, concludono gli autori, di cui si deve sempre tenere conto in ambito clinico per differenziare scelte preventive e terapeutiche.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA