Doctor house: Giuseppina si risveglia e sorprende i parenti. Che cosa ha avuto?

Doctor house: Giuseppina si risveglia e sorprende i parenti. Che cosa ha avuto?


Giuseppina aprì gli occhi. Tutti i parenti erano al suo capezzale. Vide la figlia avvicinarsi e prenderle la mano sinistra. A destra aveva la flebo attaccata. I dolori erano passati, si sentiva un po’ debole, un sapore acido in bocca, ma il fastidio maggiore era costituito dalla folla lì presente, in attesa della sua morte. “Che ci fate qui? Andate via”, disse a tutti. Era la sua solita voce gracchiante, acuta, penetrante, che copriva ogni cosa. “Non ve la darò ora questa soddisfazione. E levatemi subito i lacci. Devo andare in bagno”.

Nessuno si aspettava il risveglio della moribonda, nonostante il dottor Sansilvestro avesse dato più di una speranza. La sorpresa generò un mormorio, che presto diventò un fitto vociare, e la vecchietta fu costretta a gridare di nuovo, per convincere qualcuno a liberarla dalla flebo e accompagnarla in bagno. La figlia corse a telefonare al dottor Sansilvestro. “Pronto dottore, la mamma si è svegliata”. “Bene, Brigida, mi fa piacere. Era come pensavo io”. “Ma come faceva a essere ottimista, quando al pronto soccorso ci hanno detto di portarla subito via, per farla morire a casa sua?”. “È stata la sequenza degli eventi a suggerirmi cosa si fosse innescato. Te li sintetizzo per farti comprendere meglio. La notte scorsa porti tua madre in pronto soccorso, per vomito continuo e dolori addominali. La sala è affollata come non mai e il personale sanitario non riesce a far fronte, in tempi ragionevoli, alle richieste, tanto da suscitare le proteste da parte vostra…”. “Sì, ma ha importanza?”, chiede la donna.

“Aspetta. Tua madre non ha un carattere facile. La immagino mentre si lamenta e vomita, ma soprattutto nel momento in cui urla la sua protesta. So come vanno queste cose. Hanno finalmente iniziato la terapia, poi è intervenuta la febbre, la rigidità ed è andata in coma…”. “E quindi, cosa è successo?” .

Medico di medicina generale , Asl Napoli 3 Sud

Ecco le vostre risposte

La diagnosi di oggi è IPONATRIEMIA. Michele Rubertelli

Se “la rigidità”, citata nelle ultime righe, è riferita a rigidità nucale, la signora Giuseppina potrebbe avere una meningite acuta. Giovanni  Cappellari

Tetania da iperventilazione. Claudia

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica