Doctor House, a che cosa è dovuta quella gastroenterite?

Doctor House, a che cosa è dovuta quella gastroenterite?


COME ogni anno, il 14 gennaio, il dottor Sansilvestro festeggiò il compleanno in ospedale, con i colleghi e il personale del reparto. Pochi minuti per un brindisi e un pasticcino, poi si chiuse in camera col fido Ugo, per discutere il caso del nuovo ricoverato. «Bene, è un ittero febbrile, ma non è una colangite, non è una colecistite e non è una pancreatite. E allora ci dev’essere dell’altro», sbottò.

Il dottor Ugo Limiti proseguì con l’esposizione del caso: «C’è una contemporanea gastroenterite, con sei-otto scariche giornaliere e vomito ancora non placato».
«Guarda caso, e poi?», disse Sansilvestro . Ugo fece un lungo respiro, pensando alla risposta: «Credo sia normale perdere un poco di sangue con le feci, dopo tante scariche». «Te le fai uscire con il contagocce, le notizie – replicò Sansilvestro – e sai bene che non bisogna trascurare nessun elemento, anche se sembra insignificante». «Come, per esempio, una forte cefalea resistente agli analgesici…». «Sì, anche. Ti sei informato se si sia recato all’estero di recente?».

«Nessun viaggio – rispose Ugo – romano de Roma, incollato alla sua città. Cinquantenne, palestrato, con la classica salute di ferro, finora». «Oh, finalmente ti sei sbottonato! Ora conosciamo meglio questo signore. Magari a capodanno, con tutta la comitiva, ha fatto un tuffo nel Tevere».

I due si fermarono, come folgorati. Si guardarono negli occhi per qualche secondo, poi uscirono dalla stanza, diretti in corsia, per formulare la domanda al paziente.

La risposta fu positiva. Ma che malattia avrà?
* Medico di medicina generale Asl Napoli 3 sud
 

Le vostre risposte

Potrebbe trattarsi   di leptospirosi, possibile conseguenza del tuffo nel Tevere e contatto con acqua contaminata.
Giovanni Cappellari

Leptospirosi
Giancarlo Majorano

Buongiorno,per me si tratta di Leptospirosi.
Giovanbattista Miceli

Il paziente durante il bagno nell’acqua del Tevere ha contratto la leptospirosi
Bruna Cibrario

Credo sia una gastroenterite da entamoeba histolotica, rispetta i tempi (14 giorni di incubazione), la modalità di contagio (acqua contaminata), l’ittero febbrile, le frequenti scariche giornaliere di feci miste a sangue e la cefalea resistente agli analgesici.
Francesca Serio

Immagino Leptospirosi. 
Luca Chiapponi

Leptospirosi
Paul Tenenbaum

Il caso immaginario descritto il 21 gennaio potrebbe essere leptospirosi?
Sabina Ates

Il paziente potrebbe aver contratto la leptospirosi ittero-emorragica
Lucina Rizzotti

La risposta al quesito odierno di Doctor House di Ernesto di Cianni è per me : leptospirosi.
Libera Malfanti

Gastroenterite dovuta a tifo.
Maria Antonietta Faraoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA