Cina: virus misterioso, terza vittima e 140 nuovi casi

Cina: virus misterioso, terza vittima e 140 nuovi casi



La Cina ha annunciato una terza vittima e circa 140 nuovi casi di contagio dal misterioso virus, simile alla Sars, alimentando nuove paure nel Paese a pochi giorni dal Capodanno cinese. A Wuhan, nella Cina centrale dove il virus ha fatto la sua comparsa, sono stati registrati 136 casi di contagio durante il fine settimana, altri due a Pechino – per la prima volta dalla diffusione del virus – e un altro nella provincia meridionale di Guangdong.

Anche in Giappone un uomo è stato infettato. Oltre 750 persone sono state poste sotto osservazione a Wuhan dopo che sono entrate in contatto con portatori del virus e di queste 644 sono state dimesse mentre 119 sono ancora sotto osservazione. La prima vittima del virus è stato un uomo di 61 anni che era risultato positivo ai test.

In Thailandia c’è stato un secondo caso di contagio: si tratta di una turista cinese 74enne. La donna, arrivata dalla città di Wuhan, focolaio dell’epidemia, è stata ricoverata in ospedale a Bangkok: soffre di una polmonite legata al misterioso coronavirus, ma le sue condizioni stanno migliorando. Altro l’altro caso rilevato, cinque giorni fa, in Thailandia, riguardava una turista cinese, che sta migliorando. Intanto laThailandia ha rafforzato i controlli nei suoi aeroporti in vista dell’avvicinarsi del capodanno cinese, un periodo in cui arrivano anche 1.300 viaggiatori al giorno da Wuhan.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA