Morto dj accoltellato dopo rave party - Ultima Ora

Morto dj accoltellato dopo rave party – Ultima Ora

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d’amore e Legamenti d’amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

Cerchi un Falegname a Napoli?
Falegname Napoli

Tumore del colon-retto, perché in Italia i giovani si ammalano di meno?


GIOVANI europei sempre più colpiti dal tumore del colon-retto. È quanto emerge da un’indagine pubblicata sulla rivista Gut, che ha analizzato i tassi di incidenza di questo tipo di neoplasia negli ultimi 30 anni. Secondo i risultati dello studio, infatti, il tumore del colon-retto sta colpendo sempre di più i giovani adulti, specialmente nella fascia d’età dei 20-29 anni.

LEGGI – Tumori, in aumento tra i giovani quelli legati all’obesità
 

In rapida ascesa

“Questo dato era già noto da alcuni anni per la popolazione statunitense e lo studio sembra evidenziare un analogo andamento anche nelle popolazioni europee”, spiega Giordano Beretta, presidente eletto Aiom e Responsabile Oncologia Medica Humanitas Gavazzeni di Bergamo. Un’evidenza che ha già spinto l’American Cancer Society a raccomandare di portare l’età dello screening a 45 anni invece che 50 nella popolazione degli Stati Uniti, e che, come concludono gli autori di questa ricerca, potrebbe riguardare in futuro anche l’Europa, se questi numeri persistono.

“Lo studio stesso – continua Beretta – non riesce a stabilire le reali cause di questo fenomeno ma ipotizza un ruolo, molto probabile, dell’obesità, della sedentarietà e dell’abuso alcoolico. Il ruolo di questi aspetti particolari degli stili di vita era già noto da tempo come un fattore favorente la comparsa di patologie oncologiche, verosimilmente attraverso la cosiddetta sindrome metabolica in cui si osservano un aumento dell’insulinemia e una condizione favorente gli aspetti infiammatori, entrambi fattori noti come agenti promuoventi i lo sviluppo delle cellule cancerogene”.
 

I risultai dello studio

I ricercatori hanno raccolto le informazioni di oltre 140 milioni di persone per la fascia d’età 20-49 anni, analizzando i dati di incidenza e morte per il tumore del colon-retto tra gli anni ’90 e il 2016, basandosi sui registri nazionali e regionali di 20 Paesi, tra cui Germania, Francia, Svezia, Regno Unito, Paesi Bassi, Italia, Groenlandia, Slovenia, Finlandia, Danimarca. Dalle analisi condotte emerge come quasi 188mila persone abbiano ricevuto la diagnosi di tumore del colon-retto, e l’incidenza nei giovani adulti è in generale in rapida crescita negli ultimi anni: dal 1990 al 2016 è passata da 0,8 a 2,3 casi per 100mila abitanti nella fascia d’età 20-29 anni, con un aumento più marcato (+ 7,4% all’anno) già a partire dal 2004, sebbene il numero di morti per questa malattia sia rimasto costante negli anni. Per il gruppo di età compresa fra 30 e 39 anni, l’incidenza è sì aumentata, ma più lentamente rispetto alla fascia di età più giovane, con un incremento medio del 4,9% all’anno dal 2005 al 2016, così come risultano diminuiti dell’1% i decessi nell’intero periodo analizzato. Un po’ diverso è invece l’andamento per la fascia 40-49 anni, che ha visto un piccolo calo (-0,8%) nell’incidenza del tumore il 1990 e il 2004, seguito poi da un leggero aumento, dell’1,6% all’anno dal 2004 al 2016, benché sia questa la fascia d’età tra tutte e tre quella in cui si è registrata la maggiore diminuzione di casi di morte per malattia (-2,4%).

I casi di tumore tra i giovani adulti, specialmente di età compresa tra i 20 e i 30 anni, sono aumentati per lo più in Belgio, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito, Norvegia, Svezia, Finlandia, Irlanda, Francia, Danimarca, Repubblica Ceca e Polonia. “La maggior incidenza nei soggetti giovani, in particolare l’aumento dell’incidenza stessa tra i 20 ed i 29 anni potrebbe essere imputabile al fatto che obesità ed alimentazione scorretta, così come la riduzione dell’attività fisica siano presenti in percentuali maggiori fin dall’età infantile”, spiega Beretta.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


Carige:Bce vede ancora soluzione privata – Economia

Vuoi realizzare un sito web ?
Realizzazione siti web

Dazi: Cina difense Hikvision – Ultima Ora

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d’amore e Legamenti d’amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

Cerchi un Falegname a Napoli?
Falegname Napoli

Steroidi, gli uomini ne abusano pur conoscendo i rischi


SANNO che gli effetti collaterali sono più di uno, alcuni davvero pericolosi. Ma nonostante questo continuano ad abusare di steroidi. Ed è questo il cuore di una ricerca dell’Università medica statale di San Pietroburgo presentata a Lione durante la riunione dell’European Society of Endocrinology. Rivela, pur avendo sottomano un numero relativamente ristretto di intervistati (circa 550), come gli uomini che fanno uso di steroidi anabolizzanti per migliorare la forza e le prestazioni fisiche, sono spesso a conoscenza dei rischi che corre la loro salute, ma scelgono di continuare a prenderli. Un punto che solleva serie preoccupazioni tra gli esperti e non solo per la salute di chi ne fa uso, ma anche per quella delle generazioni future visto che gli effetti collaterali danneggiano il liquido seminale e aumentano il rischio di disfunzioni sessuali, malattie cardiache e danni al fegato.

Lo studio

Il dottor Mykola Lykhonosov e i suo colleghi dell’università russa di San Pietroburgo hanno condotto un’indagine anonima su un campione di uomini, che frequentano regolarmente la palestra, per valutare la loro conoscenza, l’uso e l’atteggiamento nei confronti dei rischi per la salute degli steroidi anabolizzanti. Scoprendo così che dei 550 intervistati il 30,4% usa steroidi – il 74,3% aveva un’età compresa tra i 22 ei 35 anni – e il 70,2% ha ammesso di essere a conoscenza degli effetti collaterali. Inoltre, il 54,8% di tutti gli intervistati ha dichiarato che vorrebbero ricevere maggiori informazioni sugli steroidi e sui loro effetti collaterali.
 
“Questi risultati sono stati sorprendenti, non solo la prevalenza dell’abuso di steroidi è elevata, ma anche la conoscenza degli effetti collaterali dannosi è stata alta, ma ciò non gli impedisce di prenderli”, ha spiegato Lykhonosov che ora ha in programma di studiare come trattare gli squilibri ormonali e i disturbi causati dall’abuso di steroidi. Aggiungendo: “Dobbiamo affrontare questo crescente problema di salute pubblica, aumentare la consapevolezza attraverso la promozione di storie di ex utenti, su come l’abuso di steroidi ha avuto un impatto negativo sulla loro salute e sulla vita, potrebbe essere un buon messaggio forte per scoraggiare gli abusi”.

I rischi

E sorprendente è per Alfredo Pontecorvi, direttore di Endocrinologia e Diabetologia al policlinico Gemelli di Roma, “come questa ricerca sveli che il 74% di chi ha ammesso di farne uso, pur sapendo di correre rischi, è giovane”. Non solo. Pontecorvi aggiunge come “l’uso di anabolizzanti, parliamo di un uso non medico, avviene soprattutto tra chi fa sport, e la categoria più a rischio è quella che fa sport in modo non agonistico. Perché in ambito agonistico i controlli sono molto rigidi. Mentre chi va in palestra e fa body building è più attratto da questo tipo di ormoni androgeni steroidi, che aumentano la massa muscolare, danno maggior forza e vigore e hanno un impatto sula psiche perché miglirando il corpo si tarasformano”.

Il rischio, dunque, è che a farne uso siamo persone che sottovalutano gli effetti collaterali “o li conoscono ma non si rendono conto sul momento “a cosa andranno incontro”. In più, rivela l’endocrinologo “sono pericolosi anche per un altro motivo: danno assuefazione, diventa difficile una volta presi farne a meno perché danno forza, vigore” e lo sono ancora di più tutti “quei prodotti acquistati su Internet per migliorare la muscolatura che hanno tra gli ingredienti proprio gli anabolizzanti ma non lo specificano chiaramente”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica

Huawei: media, stop a forniture anche da britannica Arm – Tlc

Vuoi realizzare un sito web ?
Realizzazione siti web

Brexit, golpe contro May in casa Tory – Ultima Ora

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d’amore e Legamenti d’amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

Cerchi un Falegname a Napoli?
Falegname Napoli

Borsa: Milano negativa, giù le banche – Economia

Vuoi realizzare un sito web ?
Realizzazione siti web

Siria, ‘regime non usato armi chimiche’ – Ultima Ora

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d’amore e Legamenti d’amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

Cerchi un Falegname a Napoli?
Falegname Napoli

Jeff Bezos, affascinato da sviluppi industria auto – Tlc

Vuoi realizzare un sito web ?
Realizzazione siti web