Bernard Arnault in soccorso della holding indebitata di Arnaud Lagardère